Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Crédit Agricole e Ascom Parma insieme per favorire l’utilizzo della moneta elettronica da parte delle aziende associate

02/11/2017

accordo cariparma pos 800x600

Crédit Agricole Cariparma risponde all’appello di Ascom offrendo agli associati condizioni vantaggiose per l’installazione e l’utilizzo del servizio POS.

L’offerta, studiata a quattro mani dalla Banca e dall’Associazione Imprese Commercio e Terziario alla luce della nuova norma di legge che prevede l’obbligo per le aziende di garantire  pagamenti con moneta elettronica per importi a partire da 5 euro, consente alle imprese associate Ascom di poter usufruire di condizioni economiche dedicate che includono spese di installazione Pos gratuite, canoni e commissioni sul transato con sconti particolarmente vantaggiosi. 

“Con questo intervento abbiamo dimostrato di ascoltare il territorio e le sue esigenze impegnandoci ad offrire in tempi rapidi risposte concrete ed efficaci – ha dichiarato Marco Dell’Otti, Direttore Territoriale Parma della Banca. - La collaborazione con Ascom, del resto, è consolidata e da sempre ci vede impegnati a vantaggio della crescita economica del territorio con una vasta gamma di offerte dedicate ai soci Ascom”.   

“E’ indubbio che il futuro risiede nei pagamenti elettronici, i quali offrono vantaggi sia in termini di efficienza che di sicurezza,  - ha aggiunto Vittorio Dall’Aglio Presidente Ascom Parma - tuttavia la vera svolta sarà rendere conveniente questa tipologia di pagamento anche per i piccoli negozi di vicinato e pubblici esercizi. Per questo motivo Ascom Parma ha accolto positivamente la proposta di Crédit Agricole Cariparma  pensata proprio con l’obiettivo di ridurre i costi di commissione sui Pos. Simili scelte che portino a costi realmente sostenibili da parte degli esercenti rappresentano infatti le azioni sicuramente più concrete e performanti per un’ampia diffusione dei pagamenti elettronici.”