Sei in:Home page> News > Cooperativa di garanzia fra commercianti: i dati del 2011

Cooperativa di garanzia fra commercianti: i dati del 2011

14/02/2012homestampa

Un aiuto concreto per le piccole e medie imprese. Marco Zilioli, presidente provinciale: «Per il futuro si cercherà di individuare nuove convenzioni e nuovi prodotti per i nostri associati»


«Il credito è un punto nevralgico  e per il futuro lavoreremo non solo per colmare le sofferenze del sistema bancario, ma anche per tutelare gli interessi delle piccole imprese». A parlare è Marco Zilioli, presidente della Cooperativa di Garanzia fra Commercianti, il Confidi che da quarant’anni sostiene le piccole e medie imprese del territorio fungendo da garante nelle pratiche riguardanti le richieste di finanziamento agli istituti di credito convenzionati. «Soprattutto in piena crisi finanziaria, la cooperativa si è rivelata uno strumento indispensabile per le anche per risolvere problemi di liquidità aziendale».

 

Nel 2011 la Cooperativa ha infatti gestito 712 pratiche erogando 32.608.500 euro. Le richieste maggiori sono state per interventi anticrisi (274 le pratiche per un importo di circa 9milioni e 200mila euro), spese ordinarie (209 pratiche e più di 2milioni di euro) e il consolidamento d’impresa (108 pratiche per 6milioni di euro investiti). Proprio quest’ultimo si rivela un dato particolarmente significativo in quanto nel 2010 la richiesta di credito da parte delle piccole e medie imprese per il consolidamento del debito - vale a dire per esempio un sostegno ad un mutuo già esistente o alla sua rinegoziazione - si era fermata a 3.527.000 euro. In crescita nel 2011 anche i finanziamenti all’imprenditoria femminile (561.000 euro), come per la legge 40 relativa al turismo (600.000 euro nel 2011). Quarantasei sono state le pratiche per le neo imprese per un importo pari a 3.411.500 euro; 53 le operazioni per l’acquisto di aziende (quasi 4milioni di euro), 4 per interventi antiusura (85.000 euro) e 3 per acquisti di immobili (550.000 euro).


«L’impegno della Cooperativa - dice ancora Zilioli -proseguirà nell’individuare nuove convenzioni come quella recentemente sottoscritta con Unicredit e studiare nuovi prodotti per i nostri associati. Speriamo poi che la nascita della nuova Banca di Parma sia un’ulteriore opportunità per tutti gli imprenditori, una realtà strettamente legata al territorio e quindi con logiche locali».



condividi via email condividi via email

14/02/2012homestampa

Fotogallery

euro-soldi
zilioli

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits