Sei in:Home page> News > Moratoria per i debiti delle aziende in difficoltà: i punti principali

Moratoria per i debiti delle aziende in difficoltà: i punti principali

02/03/2012homestampa

L'accordo è stato siglato tra Governo, Associazione Bancaria Italiana (ABI) e le Associazioni imprenditoriali tra cui Rete Imprese Italia


La moratoria per i debiti che piccole e medie imprese in difficoltà finanziaria hanno verso le banche fa parte dell’accordo siglato tra Governo, Associazione Bancaria Italiana (ABI) e le Associazioni imprenditoriali tra cui Rete Imprese Italia.

 

Le imprese interessate

Le piccole/medie imprese di tutti i settori che si trovino in temporanee condizioni di difficoltà finanziaria ma che siano “in bonis” al momento della presentazione della domanda, cioè non devono avere nei confronti della banca sofferenze, partite incagliate, esposizioni ristrutturate o esposizioni scadute o sconfinanti da oltre 90 giorni.

Sono escluse

Le imprese che non abbiano adeguate prospettive economiche e non possano provare di essere in condizioni di continuità aziendale.

 

I vantaggi

- la sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale dei mutui delle rate che devono ancora scadere oppure già scadute (e non ancora pagate o pagate solo in parte) da non più di 90 giorni dalla data di presentazione della domanda di sospensione (N.B. la sospensione non riguarda gli interessi che vanno regolarmente pagati alle scadenze in origine convenute)
- l’allungamento della durata dei mutui e l’allungamento fino a 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine riferito a operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili;
- la sospensione per 6 o 12 mesi del pagamento della quota capitale implicita nei canoni di leasing (mobiliare o immobiliare);
- la concessione di finanziamenti per le imprese che intendono effettuare un processo di rafforzamento patrimoniale.

 

Gli effetti della sospensione dei mutui

Lo slittamento in avanti del piano di ammortamento per un periodo pari a quello per il quale è durata la sospensione.

 

I mutui che possono beneficiare della sospensione

Possono usufruire della sospensiva solo i finanziamenti a medio e lungo termine (non inferiori ai 18 mesi), anche ipotecari, già esistenti prima del 28 febbraio 2012 e che non abbiano già beneficiato della moratoria precedente.

 

Come procedere

L’impresa inoltra una domanda alla banca entro il 31 dicembre 2012; l’Istituto di credito dà il via ad un’istruttoria che non dovrebbe durare oltre trenta giorni. Le domande di allungamento dei mutui che al 31 dicembre prossimo dovessero essere ancora in sospensione potranno essere presentate entro il 30 giugno 2013.

 

Usufruire della moratoria per i finanziamenti ottenuti tramite la Coop. di Garanzia fra Commercianti di Parma o Cofiter

Sia la Coop. di Garanzia fra Commercianti di Parma che Cofiter hanno aderito alla convenzione.

 

Per ulteriori informazioni potete rivolgervi a S.T.S. CAT Srl Ascom Confcommercio Parma, Via Abbeveratoia, 63/a (secondo piano); Tel 0521 298874/871


condividi via email condividi via email

02/03/2012homestampa

Fotogallery

euro-soldi

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits