Sei in:Home page> News > Aumento dell’Iva? Minori saranno i consumi

Aumento dell’Iva? Minori saranno i consumi

12/10/2011homestampa

Con il passaggio dell’aliquota Iva al 21% il rischio è di assistere ad un aumento dei costi dei beni di largo utilizzo. A discapito delle famiglie il cui potere d'acquisto non è certo aumentato


A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione della cosiddetta  manovra di ferragosto, da sabato 17 settembre 2011 è  entrata in vigore l’aliquota iva del 21% in sostituzione dell’aliquota del 20%. Pertanto tutti i beni e i servizi per i quali si applicava l’iva del 20% , dal 17 settembre sconteranno la nuova aliquota del 21%.
L’incremento dell’aliquota avrà certamente l’effetto di ridurre le risorse disponibili del settore privato a favore delle Pubbliche Amministrazioni, ma il principale effetto depressivo riguarderà i consumi.
Dal frigorifero alle scarpe, dal profumo alla benzina, dalla tv alle acque minerali fino alle prestazioni di servizio. È lungo l’elenco dei prodotti di largo consumo che sono a rischio rincaro con la conseguenza di una contrazione del potere d’acquisto del reddito disponibile e della ricchezza delle famiglie consumatrici. Tutto ciò  considerando anche le poco incoraggianti prospettive future del sistema economico, potrà portare ad una riduzione dei consumi di entità proporzionale all’incremento dei prezzi al consumo.
Senza dimenticare che l’effetto depressivo della manovra potrà risultare molto più marcato di quanto ipotizzato  se si sommano tutti i provvedimenti fiscali orientati verso un incremento della pressione fiscale sulle famiglie e sulle imprese.
L’aumento sul singolo acquisto forse si sentirà poco, ma è stato calcolato da importanti centri studi che l’esborso per le famiglie potrebbe oscillare dai 123 euro ai 173 fino ad arrivare a 500 euro annui.


condividi via email condividi via email

12/10/2011homestampa

Fotogallery

supermercato
euro31

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits