Sei in:Home page> News > La totale liberalizzazione del commercio non è la strada verso lo sviluppo

La totale liberalizzazione del commercio non è la strada verso lo sviluppo

22/03/2012homestampa

Ascom Parma raccoglie e rilancia le riserve espresse da Ascom Confcommercio Emilia Romagna in merito alla strada scelta dal Governo in materia di liberalizzazioni


Ascom Parma raccoglie e rilancia le riserve espresse da Ascom Confcommercio Emilia Romagna in merito alla strada scelta dal Governo in materia di liberalizzazioni: consentendo l’apertura delle attività 24 ore su 24, compresi i giorni festivi e le domeniche, l’Italia si trova in una situazione che non ha precedenti in altri Paesi europei.
Sul piano sociale la totale assenza di regole pone in una situazione anomala tutti i lavoratori, sia dipendenti che autonomi, e il loro diritto al riposo; inoltre questi provvedimenti radicali non porteranno a miglioramenti né ai servizi, né all’occupazione e né tantomeno ai consumi e rischieranno solo di favorire il degrado delle nostre città.

Le nostre città sono invece e devono continuare ad essere il cuore della crescita economica e sociale. Non servono nuove liberalizzazioni: servono politiche di sviluppo per le nostre imprese.
Pertanto queste sono le richieste di Ascom Confcommercio.


Al Governo chiediamo

  • di intervenire sull’Iva e bloccarne ogni ulteriore aumento
  • di alleggerire gli oneri burocratici per le nostre imprese

Alla Regione Emilia Romagna chiediamo

  • di intervenire presso il Governo per continuare a garantire l’equilibrio della rete commerciale regionale
  • di promuovere un’intesa sulle aperture domenicali tra Pubbliche Amministrazioni e Rappresentanze di imprese e lavoratori 
  • di aprire un confronto sugli strumenti urbanistici per accompagnare le nostre imprese nel processo di liberalizzazione in atto

Ai Comuni chiediamo

  • di promuovere politiche coordinate per le aree urbane che valorizzino il ruolo del Commercio
  • di favorire la qualificazione delle città senza aumentare la pressione impositiva sulle nostre imprese (IMU, Tassa di soggiorno, addizionali, tariffe)
  • di non adottare provvedimenti penalizzanti per la rete commerciale delle città, come gli inutili blocchi del traffico.

condividi via email condividi via email

22/03/2012homestampa

Fotogallery

centro storico_via cavour

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits