Sei in:Home page> News > Lavoratori a chiamata, il nuovo modulo e nuove note operative per la comunicazione preventiva

Lavoratori a chiamata, il nuovo modulo e nuove note operative per la comunicazione preventiva

27/11/2012homestampa

Il Ministero del Lavoro, con una Nota del 26 novembre 2012, torna a dare indicazioni sulla comunicazione preventiva che il datore di lavoro deve effettuare prima della chiamata dei lavoratori intermittenti


Il Ministero del Lavoro, con una Nota del 26 novembre 2012, torna a dare indicazioni sulla comunicazione preventiva che il datore di lavoro deve effettuare prima della chiamata dei lavoratori intermittenti, adempimento introdotto dalla Legge Fornero.

 

Viene diffuso il nuovo modello “UNI_Intermittente”, che deve essere utilizzato per le comunicazioni effettuate a mezzo PEC, mail e FAX (riportato in allegato alla  presente circolare) Tale modello differisce da quello precedentemente diffuso la scorsa estate e si ritiene sostitutivo di quest’ultimo

 

---->>  Modalità di compilazione del modello nuovo Uni-intermittenti:

  • i campi “codice fiscale” ed “e.mail” della sezione “Datore di Lavoro” sono sempre obbligatori;
  • i campi “Codice Fiscale lavoratore” e “Codice Comunicazione” (cioè il codice della comunicazione UNILAV di assunzione del lavoratore) sono alternativi tra loro;
  • nei campi “Data inizio” e “Data fine” devono essere indicate le date di inizio e di fine chiamata del lavoratore. Qualora la chiamata sia relativa ad una sola giornata, ovvero a più singole giornate (ad esempio tutti i sabati di un mese), il datore di lavoro potrà compilare solamente il campo “Data Inizio” con la data del giorno interessato (ovviamente, nel caso di più singole giornate, andrà compilata una riga del modello per ogni giornata interessata);
  • ogni modello permette di comunicare fino ad un massimo di 10 lavoratori, anche per periodi di chiamata diversi (nonché, si ritiene, più prestazioni dello stesso lavoratore).

Le note complete per la compilazione e le modalità di invio del modello sono in allegato alle presente:

 

a) modalità tramite mail o pec: 

il datore di lavoro che intende inviare la comunicazione mediante mail / PEC, dovrà compilare il modello “UNI_Intermittente”. Una volta compilato, il modello dovrà essere:

-          allegato ad una mail / PEC avente ad oggetto “Comunicazione chiamata lavoro intermittente” 

-          inviato all’indirizzo intermittenti@lavoro.gov.it.

 

b) modalità tramite fax: 

il Ministero conferma il numero 848800131 e precisa che:

-          il datore di lavoro dovrà inviare il modello UNI_Intermittente, debitamente compilato;

 

c - modalità tramite SMS:

il datore può comunicare la chiamata del lavoratore intermittente anche inviando un SMS al numero 339-9942256 solo a seguito di autonoma registrazione sul portale ministeriale www.cliclavoro.gov.it

 

d- modalità web:

è introdotta la modalità on line che prevede sempre una registrazione al portale indicato al punto c)


condividi via email condividi via email

27/11/2012homestampa

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits