Sei in:Home page> News > Rete Imprese Italia: oggi giornata di Mobilitazione Nazionale

Rete Imprese Italia: oggi giornata di Mobilitazione Nazionale

24/01/2013homestampa

Il 28 gennaio giornata di Mobilitazione Nazionale per denunciare la drammatica situazione che il nostro sistema di imprese da troppo tempo sta vivendo


Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di Rete Imprese Italia Parma, in concomitanza con la giornata di Mobilitazione Nazionale.

Un incontro, aperto a giornalisti e candidati locali alle prossime elezioni politiche, per denunciare la drammatica situazione in cui vivono oggi le micro, piccole e medie imprese del teriziario e dell'artigianato.

I dati emersi dall’analisi del documento tecnico illustrato in conferenza stampa hanno infatti confermato la drammaticità,  la profondità  e la durata della crisi in cui si trova ancora l’Italia e anche la nostra provincia.

Una crisi che si è abbattuta su tutti e quindi anche su quell’economia produttiva dei servizi di mercato, del terziario, dell’artigianato e della piccola impresa diffusa che, vivendo prevalentemente di domanda interna, sta pagando il conto più salato.

Tanto che, nel 2012, in Italia ha chiuso un’impresa al minuto e a Parma hanno chiuso 8 imprese al giorno. Insieme a un pezzo di economia che muore, muore anche il nostro territorio.

 

"Se questa è dunque la situazione - ha ricordato il presidente Ascom Ugo Margini - è evidente che, con una pressione fiscale complessiva di oltre il 56% per i contribuenti in regola, una burocrazia che richiede ad ogni impresa 120 adempimenti fiscali e amministrativi all’anno, uno ogni 3 giorni, e un sistema del credito che nell’ultimo anno ha ridotto di 32 miliardi l’erogazione di finanziamenti alle aziende, il nostro sistema di imprese continua a rimanere sull’orlo del baratro. I piccoli e medi imprenditori, che stanno ormai diventando rari, vanno tutelati, difesi e supportati perché creano ricchezza, lavoro, economia e rappresentano presidio di sicurezza con un ruolo di servizio anche sociale."

Per ogni piccola impresa commerciale e artigianale che chiude spariscono infatti almeno 3 posti di lavoro. Nel centro storico di Parma hanno chiuso ultimamente circa 100 imprese commerciali / turistiche e negli ultimi anni anche molte imprese artigianali quali restauratori, barbieri, parrucchieri, elettricisti, tipografi e via dicendo.

Ma le sole 100 imprese che hanno chiuso i battenti hanno già generato circa 300 persone in cerca di occupazione.

Questa tendenza va arrestata. Occorre rimettere il sistema su un percorso di crescita e assumere un modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista finanziario.

Questo obiettivo non è impossibile: pur in un quadro economico internazionale difficile, non sono pochi i Paesi che hanno saputo affrontare la crisi limitando le perdite e creando le premesse per una fase di crescita nei prossimi anni.

"Per far uscire il nostro sistema di imprese dall’orlo del baratro - ha concluso Margini -  occorre un Governo che voglia fortemente e subito far tornare a crescere il nostro Paese: L’Italia ha imprese straordinarie che chiedono questo e chiedono di essere messe nelle condizioni di poter lavorare senza essere  ostacolate".

 

Presenti sul tavolo relatori i Presidenti:

Michele Vittorio Pignacca - Gia

Gualtiero Ghirardi - Cna

Marco Granelli - Apla

Ugo Margini  - Ascom

Corrado Testa - Confesercenti

 

 

Guarda il video presentato in occasione della giornata di mobilitazione nazionale

 

Guarda il servizio di Tv Parma

 

Leggi le dichiarazioni di Federmobili

 

  

Guarda il video della conferenza stampa di lancio della giornata di Mobilitazione Nazionale (presentata a Roma il 22 gennaio us)

 


condividi via email condividi via email

24/01/2013homestampa

Fotogallery

giornata mobilitazione gen 2013_fecebook
mobilitazione tavolo
mobilitazione tavolo 2
mobilitazione pubblico
mobilitazione pubblico 2
mobilitazione bertoli
mobilitazione margini

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits