Sei in:Home page> News > Comunicazione lavoro intermittente: le modalità di chiamata

Comunicazione lavoro intermittente: le modalità di chiamata

01/07/2013homestampa

Stabilite nuove regole e modalità relative alla comunicazione preventiva obbligatoria per l’impiego dei lavoratori intermittenti. Il Decreto entrerà in vigore il 03 Luglio 2013.


Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con Decreto Interministeriale del 27 Marzo 2013, ( pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 141 del giugno 2013 ) ha stabilito nuove regole e modalità relative alla comunicazione preventiva obbligatoria  per l’impiego dei lavoratori intermittenti.

Il Decreto entrerà in vigore il 03 Luglio 2013, pertanto da quella data la predetta comunicazione va effettuata:

  • prima dell’inizio di ogni prestazione lavorativa, ovvero di un ciclo integrato di prestazioni della  durata massima di 30 giorni
  • alla Direzione territoriale del lavoro ( DTL ) mediante

In merito alla modalità di invio tramite posta elettronica o web è necessario utilizzare il modello di comunicazione UNI-Intermittente (disponibile nella sezione sotto "documenti scaricabili") da compilarsi esclusivamente attraverso sistemi informatici

Tale modello deve obbligatoriamente contenere:

  • I dati identificativi del lavoratore
  • I dati identificativi del datore di lavoro
  • La data di inizio e fine delle prestazione lavorativa la cui chiamata si riferisce

L’ invio tramite posta elettronica o web rappresentano le modalità ordinarie di assolvimento dell’obbligo di comunicazione.

Infatti la possibilità di effettuare la comunicazione preventiva obbligatoria tramite SMS, contenente almeno il codice fiscale del lavoratore , è limitata esclusivamente ai casi in cui la prestazione debba essere resa non oltre le 12 ore della comunicazione stessa. Preme evidenziare che il numero verde comunicato dal Ministero sino al 02/07/2013 è lo 339-9942256.

La trasmissione effettuata con modalità diverse da quelle sopraindicate non è valida ai fini dell’assolvimento dell’obbligo. E’ onere del datore di lavoro conservare copia della comunicazione in caso di verifica da parte degli organi competenti.

 


condividi via email condividi via email

01/07/2013homestampa

Documenti scaricabili

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits