Sei in:Home page> News > La previdenza complementare nel terziario

La previdenza complementare nel terziario

06/12/2011homestampa

Come funziona il fondo FON.TE, il fondo pensione per i dipendenti del commercio e turismo. Se ne è parlato con esperti nell'ultimo appuntamento del ciclo di incontri dedicati al Welfare contrattuale


Si è concluso il 30 novembre con il seminario “La previdenza complementare nei settori Commercio e Turismo. Come funziona il fondo FON.TE.” il primo ciclo di incontri dedicati al Welfare contrattuale promosso da E.B.C. (Ente Bilaterale Commercio Distribuzione e Servizi di Parma), C.S.T. EBURT (Centro Servizi Territoriale dell’Ente Bilaterale Unitario Regionale del Turismo) e C.S.T. EBTER (Centro Servizi Territoriale dell’Ente Bilaterale Territoriale Emilia Romagna del Commercio, Turismo e Servizi).
I lavori seminariali si sono aperti con una breve introduzione di Cataldo Giammella, vice-coordinatore CST EBURT e vice-coordinatore CST EBTER, che ha riepilogato il percorso formativo-informativo finora svolto iniziato il 3 novembre con il convegno “Il welfare contrattuale. Evoluzione e prospettive nei settori commercio e Turismo” e che, dopo aver ricordato alla platea la disponibilità presso le sedi Ascom, Confesercenti, FilcamsCGIL, FisascatCISL, UiltucsUIL di sportelli di assistenza per una miglior conoscenza e fruizione dei fondi bilaterali in oggetto, ha dato la parola a Maria Antonietta D’Antonio di Vito, Responsabile Area Operativa e Gestionale Fondo Pensione Fonte.
La dr.ssa D’Antonio di Vito ha esordito ricordando che “con il sistema contributivo la previdenza complementare assumerà un ruolo rilevante”.
Fondo per il Terziario istituito dalla contrattazione collettiva in cui sono confluiti anche altri fondi (Es. Previprof, Marco Polo, Artifond) FONTE, che  conta all’oggi 193.000 iscritti ed è il primo fondo negoziale per potenzialità di crescita, nasce come associazione non riconosciuta senza scopo di lucro il cui unico obiettivo è garantire agli aderenti una prestazione pensionistica complementare.
Con una dettagliata ed esauriente trattazione che ha toccato vari aspetti del fondo in oggetto quali ad es. l’adesione, il contributo a carico del lavoratore e del datore di lavoro, i comparti di investimento, le rendite, le prestazioni, riscatto, la portabilità  la dr.ssa D’Antonio di Vito ha consentito ai numerosi intervenuti l’approfondimento di tematiche a volte complesse, facilitandone la comprensione, incentivando la fiducia nello strumento previdenziale negoziale tutelato da uno stringente sistema di garanzie : “E’ sempre conveniente iscriversi al fondo pensione” ha sostenuto in chiusura di intervento.
La mattinata seminariale si è conclusa con i saluti e i ringraziamenti di rito da parte di Michele Larini, componente E.B.C. e C.S.T. EBURT.


condividi via email condividi via email

06/12/2011homestampa

Fotogallery

FONTE

© 2009 SEACOM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati - SEACOM S.r.l. societá unipersonale - Societá soggetta alla direzione e coordinamento di Ascom Confcommercio Parma
Sede legale: Via Abbeveratoia 63/a - 43126 Parma (Pr) -Iscr. Reg. Imprese, P.IVA e C.F. 00968280347 - Capitale sociale 1.300.000 i.v. - REA PR n. 157428

privacy policy | credits