Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ascom Salsomaggiore: è urgente rivalorizzare le piccole botteghe di vicinato

21/05/2020

mattia zalaffi salso

Nel periodo più critico dagli anni della guerra ad oggi, gli ultimi mesi di crisi e sofferenze hanno fatto emergere ciò che costituisce il cuore e l’anima di Salsomaggiore Terme: le piccole botteghe di vicinato, punto di forza sociale ed economico della nostra cittadina termale, spesso gestite da famiglie che portano avanti la tradizione del passato consapevoli dell’importanza del rapporto diretto con i clienti.

Ed è proprio nel momento più critico che le piccole botteghe hanno deciso di non abbandonarsi all’autocommiserazione e al pessimismo, ma con coraggio hanno continuato a supportare e ad aiutare tutti i cittadini, garantendo il servizio quasi senza soluzione di continuità. Alcuni, ove possibile,  assicurando l’apertura del proprio punto vendita e gli altri organizzandosi con le consegne a domicilio, il tutto nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza previsti ed assicurando al cliente quegli “ingredienti” unici e caratteristici del servizio che solo il negozio tradizionale è in grado di offrire come disponibilità, flessibilità e capacità di ascolto spesso condensati in un sorriso che si poteva percepire anche sotto alla mascherina. È in questo modo che le piccole botteghe hanno voluto e saputo regalare speranza a tutta la comunità. Un ulteriore ingrediente si è rivelato fondamentale: la genuina semplicità con cui tutto ciò è stato fatto, che affonda le sue radici nel passato dei nostri nonni e che costituisce uno dei nostri più sani principi.  

Se la tragica esperienza del Coronavirus ha dunque fatto ricordare a tutti l’importanza delle piccole botteghe, la speranza ora è che anche per il futuro i cittadini continuino a sostenere il commercio locale; la piccola bottega infatti non è solo un negozio, ma è anche una sorta di “centro d’ascolto”, un punto di riferimento per la collettività e un presidio di sicurezza per il territorio.

Insomma, sarebbe necessario ritrovare con urgenza una dimensione più umana e sociale del vivere la nostra Salsomaggiore, una dimensione più familiare dell’abitare tutte le nostre città. Il negozio di vicinato è la vera modernità: quello che ci serve, quando ci serve, vicino a casa e con tanto calore umano, sincero e familiare… e tutto questo è molto di più di un semplice acquisto.

 

Mattia Zalaffi

Presidente Ascom Salsomaggiore Terme