Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > NOTIZIE > “Bike to Shop” La spesa in bicicletta aiuta il commercio

“Bike to Shop” La spesa in bicicletta aiuta il commercio

05/10/2020

bike to shop 2020

BIKEtoSHOP è la campagna promossa a Parma nel 2018 e 2019 da parte di ASCOM, Confesercenti e FIAB-PARMA Bicinsieme-APS, per promuovere l’uso della bicicletta nella spesa nei negozi di vicinato. Il successo dell’iniziativa è stato garantito dagli oltre 100 negozi aderenti che hanno praticato sconti a chi si recava in negozio/esercizio in bicicletta e nel tempo ha portato alla realizzazione di analoghe iniziative anche in altre città. 

Bike to Shop, che da oggi vede la partnership anche di CNA Parma, ed è condivisa dal Comune di Parma, darà quindi la possibilità a chi farà i propri acquisti in bici, di usufruire di uno sconto indicativo del 5-10% su prodotti selezionati nel circuito di negozi aderenti.  Basterà esibire la tessera Fiab, Mi Muovo in Bici o Bike Sharing del Comune di Parma o dimostrare di aver parcheggiato la propria bici di fianco al negozio. Le attività commerciali del circuito saranno inoltre facilmente riconoscibili dalla vetrofania posta sulla vetrina nonché consultabili al sito www.biketoshop.it e sui canali di comunicazione di Associazioni e partner del progetto, tra cui i rispettivi siti internet e pagine Facebook. 

“Con questa iniziativa ci  siamo fatti promotori di una serie di richieste da presentare all’Amministrazione comunale – ha commentato Andrea Mozzarelli Presidente FIAB Parma quali ad esempio firmare accordi per eliminare la tassa di occupazione del suolo pubblico dove vengono predisposti parcheggi bici atti a favorire la spesa; individuare idonei depositi bici per contrastare i furti, anche mediante accordi con le categorie utilizzando negozi momentaneamente non utilizzati e ampliando ulteriormente  l’offerta derivante dal recente progetto del Comune di Parma che prevede l’installazione di rastrelliere antifurto in città e nel centro storico; potenziare i servizi di bike-sharing nei parcheggi scambiatori e nei parcheggi all’interno della città;  installare sul TPL porta-bici per favorire l’interscambio con i comuni limitrofi, come già realizzato a Brescia e Pesaro grazie a recenti dispositivi legislativi”.

“Forti dell’apprezzamento ricevuto negli scorsi anni ,- ha aggiunto Vittorio Dall’Aglio, Presidente Ascom Parma – abbiamo voluto riproporre l’iniziativa ai commercianti che da oggi diventa di fatto permanente, dando così la possibilità a tutti i cittadini e non solo di poterne usufruire più a lungo. Sono ad oggi oltre un centinaio i punti vendita che hanno confermato la propria adesione ad un progetto che siamo orgogliosi di sostenere, perché sottolinea l’importanza sociale e commerciale dei negozi di vicinato”.

“L'importanza di Bike to Shop è confermata dal numero crescente di attività commerciali che hanno deciso di aderire a questa nuova edizione – conferma Francesca Chittolini, Presidente Confesercenti Parma. È un segnale confortante perché dimostra sensibilità, creatività e capacità propositiva dei negozianti, dal centro storico alla prima periferia. Ma c'è da sottolineare anche l'aspetto culturale di questa iniziativa, perché la bicicletta fa parte della vita quotidiana di molti parmigiani e Bike to Shop è un ulteriore incentivo all'uso delle due ruote, tra passeggiate, shopping e le bellezze della città”. 

“In qualità di rappresentante di CNA Parma – afferma il Presidente Paolo Giuffredi - desidero esprimere grande soddisfazione per il proseguimento di un’iniziativa che, oltre a sensibilizzare il comportamento di tutti noi sul rispetto dell’ambiente, rappresenta una potenziale opportunità di crescita per le numerose attività imprenditoriali e commerciali che rendono vivo il cuore pulsante della città. Ora più che mai ce ne rendiamo conto, dopo che a causa della recente chiusura forzata, tante saracinesche non si sono più rialzate e c’è un estremo bisogno di dare sostegno e nuova linfa vitale alle piccole realtà commerciali, botteghe artigianali e tutte le attività che rappresentiamo, tra cui saloni di acconciatura ed estetica, palestre e laboratori di artigianato artistico”.

“Alla piacevolezza ed ai vantaggi di andare a fare shopping in bici – sottolineano l'assessore Tiziana Bensassi e l'assessore Cristiano Casa – l'iniziativa “BIKEtoSHOP” unisce le positive ricadute ambientali: usare la bici significa inquinare meno, con effetti positivi anche sul traffico cittadino. La sostenibilità ambientale  nasce da comportamenti virtuosi, promossi non solo dal Comune  ma, in questo caso, anche da parte delle associazioni di categoria dei commercianti e da Fiab Parma Bicinsieme, sensibili al tema dell'ambiente e della sua tutela”.

In tutti i quartieri cittadini Confesercenti, CNA e ASCOM si impegnano a coinvolgere i propri associati a sostenere la campagna BIKEtoSHOP per usare la bici per la spesa quotidiana e a chiedere parcheggi bici di fronte ai propri negozi, anche attraverso forme di condivisione tra negozi delle rastrelliere. FIAB PARMA si impegna a promuovere la campagna presso i propri soci e gli utenti delle proprie attività e a dare supporto per l’individuazione di rastrelliere che rendano più difficile i furti (rastrelliere che permettano di agganciare il telaio). 

Le associazioni locali Confesercenti, CNA e ASCOM si impegnano a promuovere con i negozi aderenti all’iniziativa l’erogazione di uno sconto indicativo del 5-10% ai ciclisti a fronte della presentazione della tessera FIAB, Mi Muovo in Bici o Bike Sharing del Comune di Parma o della dimostrazione di aver parcheggiato la propria bici in prossimità del negozio. Le attività commerciali del circuito sono facilmente riconoscibili dalla vetrofania posta sulla vetrina nonché consultabili al sito www.biketoshop.it e sui canali di comunicazione di Associazioni e partner del progetto, tra cui i rispettivi siti internet e pagine Facebook. La scontistica non è cumulabile con altre convenzioni/progetti in cui sono coinvolte le associazioni di categoria. 

Il Comune di Parma si impegna a diffondere presso i ciclisti la Card e eventuali app per monitorare e premiare comportamenti virtuosi.

Recentemente, è stata inoltre lanciata a livello nazionale  la campagna “SPESA QUOTIDIANA? PRIMA LA BICI! promossa da FIAB insieme a Confesercenti e CNA, che invita a scegliere di spostarsi sulle due ruote anche per gli acquisti di tutti i giorni nei negozi di prossimità ed a riscoprire il commercio di vicinato (https://www.ekuonews.it/11/06/2020/spesa-quotidiana-prima-la-bici-campagna-di-sensibilizzazone-di-fiab-confesercenti-e-cna/)  Questa campagna presenta anche un appello congiunto agli amministratori locali ad accogliere e favorire in ogni modo le richieste degli esercenti, artigiani e commercianti per riqualificare e valorizzare lo spazio urbano con parcheggi bici sicuri sul suolo pubblico stradale. Il primo esempio è nato a Milano (https://www.bikeitalia.it/2020/06/12/milano-quando-il-commercio-crede-nella-bicicletta/) dove, grazie ad una partnership tra comune e privati, è possibile installare a spese del privato delle nuove rastrelliere al di fuori di esercizi commerciali senza dover pagare l’occupazione di suolo.