analytics

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > COMUNICATI STAMPA > campagna contro le parole violente sulle donne

campagna contro le parole violente sulle donne

24/11/2022

Campagna contro le parole violente sulle donne 800x600.jpeg

Che dite, addolciamo? Parte da qui la campagna di sensibilizzazione realizzata dall’Associazione di promozione sociale “Maschi che s’Immischiano”, con il sostegno dei Gruppi Torrefattori, FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi e Terziario Donna di Ascom Parma, per contrastare la violenza nelle (e delle) parole in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio 2023, nei bar associati Ascom di Parma e provincia, verranno distribuite bustine di zucchero che vedranno stampati diversi messaggi a tema. Un esempio? “Le parole violente scottano. Raffreddare prima dell’uso”. La concretizzazione della campagna a partire da fine gennaio vuole infatti simbolicamente far passare un secondo messaggio: 25 novembre e 8 marzo sono anche tutti i 363 restanti giorni di ogni anno.

“L’idea non è quella di colpevolizzare chiunque aprirà la bustina per zuccherare il caffè, ma di far passare il messaggio che la violenza deve “stridere” anche alle orecchie di chi ne è casuale testimone nei tanti luoghi che abitiamo: quelli pubblici, quelli del lavoro, in famiglia, nelle chat di gruppo, sui social network, in politica – hanno affermato Stefano Fornari, ideatore del progetto Maschi che s’Immischiano e Chiara Cacciani, unica donna tra i soci fondatori dell’Associazione - Discutere è diverso da aggredire, denigrare, sminuire. Le parole siano, invece, usate come alleanza per combattere insieme, uomini e donne, la violenza, il sessismo, gli stereotipi e le impari opportunità che colpiscono le donne. Su questa linea – hanno aggiunto - si è subito espressa la sensibilità del Gruppo Torrefattori di Ascom Parma, assieme a FIPE Parma e al Gruppo Terziario Donna di Ascom, che ringraziamo per essersi uniti a noi in questa iniziativa”.

“Abbiamo accolto questa collaborazione senza esitazione – ha commentato Lino Alberini, Presidente Gruppo Torrefattori Parma e Vice Presidente FIPE Parma – Crediamo infatti che anche le imprese del territorio abbiano una grande responsabilità sociale nei confronti della comunità. Lavoriamo tutti i giorni a contatto con le persone ed è giusto e doveroso tenere alta l’attenzione e sensibilizzare clienti o visitatori su temi così importanti”.

La campagna sulle parole di Maschi che s’immischiano, che si allarga quest’anno a diverse iniziative, punta a una sensibilizzazione a km 0, a far sì che si rompano l’indifferenza e il “non mettere il dito”, facendo finalmente sentire realmente minoranza, come in effetti sono, gli uomini che impugnano le parole come armi. 

“Sin dalla nostra costituzione, abbiamo appoggiato numerose iniziative solidali con la ferma convinzione che l’informazione, la cultura e la comunicazione possano contribuire a combattere questi fenomeni purtroppo ancora così attuali – ha concluso Paola Cabassa, consigliera Terziario Donna Parma, membro FIPE Parma e Gruppo Donne Imprenditrici FIPE nazionale – Questa sera, presenteremo infatti la campagna sull’uso delle parole durante il nostro appuntamento annuale di show cooking online per la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, dal titolo Ricette dolci… come le parole: cucineremo insieme alla nostra Presidente Ilaria Bertinelli che realizzerà un dolce e dialogheremo con ospiti e associazioni del territorio”.  

Per informazioni e link allo show cooking online del 24 novembre alle ore 19:00: https://bit.ly/Dolci-come-le-parole