analytics

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > NOTIZIE > DECRETO LEGGE RIAPERTURE – SINTESI NOVITÀ

DECRETO LEGGE RIAPERTURE – SINTESI NOVITÀ

24/04/2021

DECRETO LEGGE RIAPERTURE – SINTESI NOVITÀ

SPOSTAMENTI

Dal 26 aprile consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni che si collocano nelle zone bianca e gialla.

PUBBLICI ESERCIZI E RISTORAZIONE

Dal 26 aprile in zona gialla sono consentite le attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena, ma fino alle 22.00 nel rispetto del coprifuoco. Ogni tavolo puo ospitare un massimo di 4 persone, salvo che siano tutti conviventi. 

Consegne a domicilio senza restrizioni. Asporto consentito fino alle 22.00 ad esclusione delle attività con codice Ateco 56.3 per le quali resta il limite delle ore 18.00.

NOTA: Si precisa che fino al 31/5 il servizio al banco rimarrà possibile per i Pubblici Esercizi  con strutture che consentono la somministrazione all’aperto

 

Dal 1° giugno in zona gialla le attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00, nel rispetto di protocolli e linee guida

CENTRI COMMERCIALI 

Non disciplinati. Resta pertanto in vigore la chiusura degli esercizi commerciali, nei festivi e prefestivi, all’interno di centri commerciali e assimilabili ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, alimentari,  prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

SPETTACOLI APERTI AL PUBBLICO 

Dal 26 aprile, in zona gialla, gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro e delle linee guida. Capienza non superiore al 50% e comunque il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per gli spettacoli all’aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

SALE DA BALLO DISCOTECHE E ASSIMILIATI

Restano sospese

PISCINE E PALESTRE

Dal 15 maggio in zona gialla sono consentite le attività di piscine all’aperto in conformità a protocolli e linee guida

Dal 1° giugno, in zona gialla, sono consentite le attività di palestre in conformità ai protocolli e alle linee guida

Dal 26 aprile in zona gialla è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. 

SERVIZI ALLA PRESONA

Consentiti in zona gialla

FIERE CONVEGNI CONGRESSI

Dal  15 giugno, in zona gialla, è consentito lo svolgimento in presenza di fiere, nel rispetto di protocolli e linee guida adottati. L’ingresso nel territorio nazionale per partecipare a fiere è comunque consentito.

Dal 1° luglio, in zona gialla, sono consentiti i convegni e i congressi, nel rispetto di protocolli e linee guida

CENTRI TERMALI

Dal 1° luglio sono consentite, in zona gialla, le attività dei centri termali nel rispetto di protocolli e linee guida

  

Le linee guida possono prevedere condizioni  particolari per i soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19  ossia le certificazioni comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 o guarigione dall’infezione da SARS-CoV-2, o l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus SARS-CoV-2.

 

Leggi qui il decreto integrale

 

NOTE

1- Dal 26 aprile l’Emilia Romagna torna in zona gialla 

2 - Per tutto quanto non disciplinato nel Decreto del 22 aprile, resta in vigore quanto contenuto nei precedenti Decreti