analytics

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > COMUNICATI STAMPA > “Futuro e sostenibilità – Innovazione e percorsi strategici per imprese e lavoratori”

“Futuro e sostenibilità – Innovazione e percorsi strategici per imprese e lavoratori”

28/11/2022

ebc convegno 24 novembre 800x600

L’Ente Bilaterale del Commercio di Parma, organismo paritetico costituito da Ascom Parma e dai sindacati Filcams-CGIL, Fisascat CISL Parma e Piacenza e Uiltucs Emilia Romagna che si occupa di garantire servizi e prestazioni alle imprese e ai lavoratori, ha promosso il Convegno “Futuro e sostenibilità – Innovazione e percorsi strategici per imprese e lavoratori” con il supporto di EbiNter (Ente Bilaterale Nazionale Terziario) e il patrocinio del Comune di Parma.

Il Convegno, che si è svolto presso il Centro Congressi di Novotel, ha introdotto i partecipanti al concetto di “sostenibilità integrata” nella sua accezione più ampia (ambientale, sociale, economica) avvalendosi dell’ausilio di esperti e personalità di rilievo in materia. L’obiettivo è stato infatti quello di avvicinare imprese e lavoratori, sull’onda della Rivoluzione Verde proclamata dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile a cui si conforma anche il PNRR, ad una nuova idea di impresa e di lavoro più consapevoli, improntati all’ottica di un maggior equilibrio tra uomo ed ecosistema.

Ad aprire i lavori, la Presidente EBC Silvia Avanzini che ha commentato: “Questo convegno è un importante tassello che si aggiunge al nostro calendario di seminari e corsi di formazione dedicati a imprese e lavoratori. Il tema della sostenibilità è senza dubbio urgente ed è per questo motivo che abbiamo deciso di coinvolgere relatori e ospiti di rilievo per parlare alle imprese di tutti gli strumenti a loro disposizione per intraprendere percorsi che puntino alla sostenibilità economica, sociale e ambientale dell’azienda”. 

Dopo l’intervento iniziale di Alex Fusari, formatore e consulente aziendale di percorsi strategici di sostenibilità che ha illustrato nel dettaglio le diverse tipologie di certificazione che possono ottenere anche le piccole imprese, è stato il momento della tavola rotonda moderata dalla giornalista Patrizia Ginepri, con il confronto tra Pierluigi Stefanini, Presidente e Portavoce Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Emilio Miceli, Segretario Confederale CGIL Nazionale e Ilaria Bertinelli, Presidente Terziario Donna Ascom Parma e Consigliera nazionale Terziario Donna Confcommercio con delega alla sostenibilità, la quale ha esposto al pubblico la propria esperienza di piccola impresa che ha ottenuto la certificazione b-corp. 

“Il fatto di essere piccole imprese non ci solleva dalla responsabilità sociale che abbiamo nei confronti dell’ambiente, delle persone con cui collaboriamo (dipendenti o fornitori), e della comunità intera – ha affermato Ilaria Bertinelli - Conoscere esempi di aziende virtuose può essere da stimolo a tutte quelle micro imprese che vogliono impegnarsi in questo percorso verso la sostenibilità con l’obiettivo di contribuire così ad avere un impatto positivo sul nostro pianeta”. 

“E’ necessario un impegno comune tra sindacati, enti e imprese affinché si possano elaborare strategie efficaci che portino a un vero cambiamento dei modelli di vita delle persone – ha aggiunto Emilio Miceli – Parliamo della gestione delle risorse umane, dell’organizzazione aziendale e del rapporto tra il lavoro e la formazione nel rispetto dei nuovi parametri di sostenibilità. Sono temi sui quali occorre ragionare e riflettere perché ci troviamo di fronte a una rivoluzione che investe tutti i campi della vita civile e che richiede necessariamente lo sforzo della collettività”. 

Il percorso formativo proseguirà nei primi mesi del 2023 con due seminari di approfondimento: uno rivolto alle imprese e condotto dallo stesso Alex Fusari; l’altro ai lavoratori del Terziario con la partecipazione di attori istituzionali.